#1 07-01-2021 15:36:25

McBob
Utente
Contrada: Roma
Moto principale: Classic 500
Registrato: 15-10-2018
Messaggi: 602

Ciccio e la Brexit

Ciao,

una curiosità che penso interessi a molti. Qualcuno ha fatto ordini da Ciccio dopo la Brexit?
Sul sito si legge che dai prezzi ora si toglie la VAT (e fin qui), che le tariffe di spedizione dovrebbero
aumentare (e fin qui), ma pure che la VAT si trasforma in IVA che poi andrà pagata nel paese di
arrivo. Cioè, non pagheremmo più la VAT (20%) ma pagheremmo l'IVA (al 20%, al 22%?) in Italia.
Io non me ne intendo, ma non è strano? Non mi sembra succeda così con altri acquisti fuori UE...

Non so se sono riuscito a spiegarmi... Ho una gran confusione in testa. Voi che ne dite?

Ciao, grazie

Rob (che avrebbe dovuto ordinare la vernice per i ritocchi appena uscita, quel pirla...)

Non in linea

#2 07-01-2021 19:57:09

Half Pint
Utente
Da Genova
Contrada: Fügassa
Moto principale: RE Classic Euro IV Betty Boop
Registrato: 28-08-2018
Messaggi: 446

Re: Ciccio e la Brexit

La questione VAT da quanto mi risulta è ancora lungi dall'essere definita. In teoria, ma solo in teoria, la Gran Bretagna potrebbe anche decidere di eliminarla totalmente. Quello che invece è già stato deciso, e se non è già in vigore dovrebbe esserlo a breve, è una imposta aggiuntiva del 2% sull'e-commerce. Più che prevedibile un aumento delle spese di spedizione, che però non dovrebbe incidere moltissimo, e soprattutto quello che a mio parere potrebbe valer la pena di guardare con più attenzione, il cambio euro/sterlina. Non mi sorprenderebbe vedere in tempi relativamente brevi un cambio talmente favorevole a noi da lasciare in secondo piano il discorso VAT e spese di spedizione. Spero di non averti confuso troppo. Ciao.


“Dovunque si vada, e’ solo lì che si e’”. G. Bettinelli
“Ogni volta che parto per un viaggio scompaio dalle mappe. Nessuno sa dove sono. Al punto di partenza o al punto d’arrivo? Esiste qualcosa che sta in mezzo?”. O. Tokarczuk

Non in linea

#3 08-01-2021 06:59:30

Nuvolamax
Utente
Moto principale: Interceptor Valentino Edition
Registrato: 13-04-2018
Messaggi: 131

Re: Ciccio e la Brexit

Di norma si, le tasse del paese extra EU non le paghi perchè paghi l'IVA italiana ( te la fa pagare il corriere che funge da doganiere).
La spedizione costerà di più anche perchè viene tassata.
poi di norma potrebbero esserci ulteriori tasse (per disencintivare gli acquisti extra UE) ma per GB ancora non so se è stato deciso qualcosa di definitivo.
Per gli acquisti in Cina, per fare un esempio, queste extra tasse dipendono per esempio dalla tipologia del bene che acquisti

Non in linea

#4 13-01-2021 16:42:14

nigel68
Utente
Da Cuneo
Contrada: Bagna Caoda
Moto principale: Continental GT 535
Registrato: 12-11-2019
Messaggi: 154

Re: Ciccio e la Brexit

McBob ha scritto:

Ciao,

la VAT si trasforma in IVA che poi andrà pagata nel paese di
arrivo. Cioè, non pagheremmo più la VAT (20%) ma pagheremmo l'IVA (al 20%, al 22%?) in Italia.
Io non me ne intendo, ma non è strano? Non mi sembra succeda così con altri acquisti fuori UE...

Succede invece esattamente così per tutti gli acquisti Extra-UE. Si paga IVA italiana al 22% su un imponibile costituito da valore merce + spese di trasporto. Su alcune categorie merceologiche e su acquisti provenienti da alcuni Paesi vi è poi l'applicazione del Dazio, calcolato sul valore della merce. Al momento l'accordo Brexit non prevede dazi per gli scambi commerciali con la UE.


"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Non in linea

Piè di pagina

[ Generato in 0.244econdi, nterrogazioni eseguite - Uso memoria: 2.53 MiB (Picco: ]