#1 08-01-2021 23:35:15

Thumpaul
Utente
Da Penisola sorrentina
Contrada: Pizza
Registrato: 30-10-2016
Messaggi: 309

BSA indiana

https://www.repubblica.it/esteri/2021/0 … 280684419/

leggevo questo articolo in cui si parla del recupero del marchio BSA da parte degli indiani "con un grande progetto che comprende anche moto elettriche". Al di là di tutto, mi chiedo che senso ha resuscitare un (glorioso) marchio, defunto da 50 anni e quindi noto solo agli appassionati e agli ottuagenari, avendo tra gli obbiettivi dichiarati di "puntare al mercato dei giovani".

Ultima modifica di Thumpaul (08-01-2021 23:40:24)


Continental GT 535 '16 "Connie"

One heart, one cylinder. One ass, one bike.

Non in linea

#2 09-01-2021 01:09:00

Paulus
Utente
Da Pavia
Moto principale: Street Twin (ex Classic 500)
Registrato: 25-08-2019
Messaggi: 1'237

Re: BSA indiana

Se riescono a vendergli le jawa, perché no le BSA?

che ne sanno in India se è morto da 50 anni. Fanno una bella motina heritage e pubblicità. Servito un classico inglese ai ragazzi chic di Bangalore


L'infedele del sacro marchio che dubita il verbo dei mullah

Non in linea

#3 09-01-2021 14:01:57

Thumpaul
Utente
Da Penisola sorrentina
Contrada: Pizza
Registrato: 30-10-2016
Messaggi: 309

Re: BSA indiana

ho capito, ma si parla di mercato internazionale, non solo India


Continental GT 535 '16 "Connie"

One heart, one cylinder. One ass, one bike.

Non in linea

#4 09-01-2021 14:54:01

Dueruote
Utente
Registrato: 02-03-2016
Messaggi: 6'114

Re: BSA indiana

Cazzata... secondo me.

Non in linea

#5 09-01-2021 16:15:59

Paulus
Utente
Da Pavia
Moto principale: Street Twin (ex Classic 500)
Registrato: 25-08-2019
Messaggi: 1'237

Re: BSA indiana

Thumpaul ha scritto:

ho capito, ma si parla di mercato internazionale, non solo India

Aggiungi Bangladesh e Vietnam


L'infedele del sacro marchio che dubita il verbo dei mullah

Non in linea

Piè di pagina

[ Generato in 0.062econdi, nterrogazioni eseguite - Uso memoria: 2.53 MiB (Picco: ]