#26 17-09-2020 02:07:49

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Rettifico:

In effetti una cosa stana che avevo completamente rimosso c'è: la molla posta al centro del  cuscinetto è lenta e non stringe come dovrebbe tanto che gli elementi di metallo all'interno del cuscinetto si muovono e saltano via dal loro alloggiamento.

Inoltre uno di questi elementi è mancante e in effetti potrebbe essere saltato via in fase di smontaggio, lo cercherò domani in garage. Confermo comunque che il meccanismo provandolo a mano qui in casa gira in un verso e si blocca nell'altro ovviamente considerando la forza che si può fare soltanto con le braccia.

Spero che il fattore della molla possa giustificare il malfunzionamento della ruota libera  hmm

Non in linea

#27 17-09-2020 06:13:18

Freddy
Utente
Da Casalecchio di Reno
Registrato: 14-07-2014
Messaggi: 714

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Ant268 ha scritto:

Rettifico:

In effetti una cosa stana che avevo completamente rimosso c'è: la molla posta al centro del  cuscinetto è lenta e non stringe come dovrebbe tanto che gli elementi di metallo all'interno del cuscinetto si muovono e saltano via dal loro alloggiamento.

Inoltre uno di questi elementi è mancante e in effetti potrebbe essere saltato via in fase di smontaggio, lo cercherò domani in garage. Confermo comunque che il meccanismo provandolo a mano qui in casa gira in un verso e si blocca nell'altro ovviamente considerando la forza che si può fare soltanto con le braccia.

Spero che il fattore della molla possa giustificare il malfunzionamento della ruota libera  hmm




Alla luce di quest'ultima informazione direi che la ruota libera torna ad essere la maggior indiziata per il problema del mancato avviamento elettrico.
Non credo che i componenti del cuscinetto possano saltare via così facilmente, che debbano muoversi si, ma non saltare via.
Su questo argomento, ma non solo su questo, mi auguro intervengano i veri esperti del forum che, diversamente dal sottoscritto, hanno avuto occasione di smontare il motore ed avere tra le mani la ruota libera (a me manca tanto Gdbuono ma in casi come questo, se possibile, mi manca ancora di più, Lui sarebbe sicuramente già intervenuto a supportarmi nella discussione ed a correggermi negli errori ...con la gentilezza che lo contraddistingue  big_smile ).

Il solo cuscinetto (che ha codice 147787) hitchcock lo vende a circa 140 euro, a questo punto non conviene rischiare e si cambia la ruota libera completa che costa poco di più.

ps : se non trovi il pezzetto mancante dovrebbe significare che quel motore é già stato aperto da qualcuno ...piuttosto distratto.

Non in linea

#28 17-09-2020 09:18:10

Sailor
Utente
Contrada: Fugassa
Moto principale: RE Classic
Registrato: 11-08-2019
Messaggi: 156

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

GD manca molto nel forum.Peccato!

Non in linea

#29 17-09-2020 10:11:52

nando_mac
Utente
Da Teramo
Moto principale: GT 535
Registrato: 02-04-2020
Messaggi: 141

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Non vorrei dire castronerie, ma al limite una molla da sostituire non si trova?
Esempio in questo video dal minuto 2:10

https://youtu.be/dgl_4s3qba0

In linea

#30 17-09-2020 13:13:23

gil
Utente
Da Milano
Contrada: Risot giald
Moto principale: Bullet 500 EFI 2016 Euro 3
Registrato: 13-10-2014
Messaggi: 3'668

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Da Ciccio cod. 147787 sprag bearing, cuscinetto completo della ruota libera a 130£ iva compresa e passa la paura.


Le motociclette vengono valutate per cilindrata, potenza, coppia, tenuta di strada.... ma i valori importanti sono il carattere, le emozioni e il divertimento quando le guidi o anche solo quando le guardi.
Ex Bullet EFI B5 luglio 2013
Bullet EFI B5 giugno 2017 Euro 3

Non in linea

#31 19-09-2020 13:04:17

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Aggiorno la situazione:

Ho ordinato il pezzo per stare tranquillo, non avrei avuto un risparmio rilevante prendendolo in rete e almeno così ho la certezza di prendere il pezzo rinforzato e ho un minimo di garanzia. Tra una decina di giorni arriva il pezzo, lo monto e speriamo che un problema sia risolto.

Andiamo al problema numero due: problemi di strattonamento ogni volta che decelero.
Ho preso un tester e ho fatto quello che si vedeva nel video, il valore era comunque fuori ma di poco. Il test dava un valore di 0.68, allentando la vite riesco ad arrivare a 0.64 ma la vite è quasi totalmente fuori tanto che traballa, qualche altro giro e sarebbe saltata fuori. Credo di sapere già la risposta ma lo chiedo comunque: cosa vuol dire tutto ciò? E' un buon segno?

In ogni caso sto concretamente pensando di portare la moto nell'officina del rivenditore ufficiale a Palermo e far sistemare questo problema e montarmi da me la ruota libera così da risparmiare due lire.

Vi terrò aggiornati.

Non in linea

#32 19-09-2020 21:01:21

Freddy
Utente
Da Casalecchio di Reno
Registrato: 14-07-2014
Messaggi: 714

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Ant268 ha scritto:

Aggiorno la situazione:



Andiamo al problema numero due: problemi di strattonamento ogni volta che decelero.
Ho preso un tester e ho fatto quello che si vedeva nel video, il valore era comunque fuori ma di poco. Il test dava un valore di 0.68, allentando la vite riesco ad arrivare a 0.64 ma la vite è quasi totalmente fuori tanto che traballa, qualche altro giro e sarebbe saltata fuori. Credo di sapere già la risposta ma lo chiedo comunque: cosa vuol dire tutto ciò? E' un buon segno?

In ogni caso sto concretamente pensando di portare la moto nell'officina del rivenditore ufficiale a Palermo e far sistemare questo problema e montarmi da me la ruota libera così da risparmiare due lire.

Vi terrò aggiornati.


Questa frase mi fa pensare che ci sia stato un fraintendimento, cioè che stiamo parlando di due viti diverse.
Per fugare ogni dubbio allego alcune foto dove ho evidenziato la vite alla quale mi riferivo io, quella regolata in fabbrica e bloccata con vernice.
Nella foto 1 é evidenziata in giallo
La foto 2 é un'ingrandimento della foto 1, la lunghezza del filetto che ho cerchiato in rosso é determinata in fabbrica, in pratica regola l'angolo di apertura della valvola a farfalla al minimo e non va mai modificata. In questa foto, che é della mia moto, la vernice di sigillo é arancione e si intravede indicata con freccia verde.

FOTO-1.jpg
FOTO-2.jpg

Fammi sapere se parliamo della stessa vite perchè se non é la stessa vite sulla quale hai agito tu cambia tutto (e potrebbe essere un buon segno).

Se puoi aspetta un attimo a portare la moto dal meccanico perché ci sono novità e forse esiste la possibilità di sistemare bene la tua moto a costo zero, ma é prematuro parlarne ora, aspetto di sapere di quella vite poi ti dico.

Non in linea

#33 19-09-2020 21:02:44

Freddy
Utente
Da Casalecchio di Reno
Registrato: 14-07-2014
Messaggi: 714

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

era un doppione del post precedente

Ultima modifica di Freddy (19-09-2020 21:04:44)

Non in linea

#34 20-09-2020 14:56:13

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Si, parliamo della stessa vite. Ora io non ho notato quella vernice che si vede bene nella tua foto ma è possibile che io non abbia controllato bene. Ho collegato il tester, allentato il bulloncino e svitato la vite controllando intanto il valore che è sceso si, ma fino a 0,64. Ho svitato così tanto che è venuta fuori la parte della vite che è sempre stata all'interno del bullone tanto che era ancora lucida come fosse nuova.
Controllerò la vernice e se si vedrà ancora proverò a rimetterla com'era?
Per il meccanico sicuramente aspetterò fino all'arrivo della ruota libera che comunque monterò da me e poi si vedrà. In ogni caso proverò fino alla fine a sistemarla da me se poi vedremo che non si ottengono risultati la porterò da qualcuno.
Intanto aspetto altri dei tuoi saggi consigli Freddy e ti ringrazio ancora!

Non in linea

#35 21-09-2020 20:09:14

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Aggiorno di nuovo il post perché c'è una novità e vi allego subito le foto.

Controllando bene e avendo capito esattamente com'era questa benedetta vernice credo di averla trovata

photo6001204026147975796.jpg

Ed ecco un ingrandimento dopo aver riportato la vernice al limite del  bullone

photo6001204026147975796g.jpg

E questa è la parte di vite che blocca il potenziometro della valvola a farfalla. In questa foto si nota anche una piccolissima macchia gialla che sembra la stessa vernice usata sulla vite.
In realtà confrontandola con la vite che si deve nelle foto di Freddy con la mia, questa sembra essere più avvitata dell'altra e sembra uscire di più in basso dove si trova a contatto col potenziometro per intenderci (spero di essermi spiegato bene).

photo6001204026147975786.jpg

Al momento non ho modo di provare la moto e capire se effettivamente il problema è quantomeno rientrato. Aspetto che arrivi la ruota libera per provarla, rimontare tutto e provare a regolare il minino. Nello specifico devo agire sulla grande vite e non sulla piccola vite a stella, corretto?

photo6001204026147975787.jpg

Inoltre ne approfitto per altre 3 cose:

1) foto dettagliate della fascetta che credevamo fosse ossidata e in effetti un minimo lo è ma non mi sembra messa peggio di altre parti in metallo ossidate. Che ne pensate?

photo6001204026147975788.jpg

photo6001204026147975789.jpg

photo6001204026147975790.jpg

photo6001204026147975794.jpg

2) Metto alcune foto della candela per avere un riscontro sulle sue condizioni.

photo6001204026147975792.jpg

photo6001204026147975795.jpg

3) Ho controllato il sensore che va al motore e che era coperto dal nastro isolante e sembra nella norma, e non danneggiato. Ovviamente mia valutazione da ignorante...

Non in linea

#36 21-09-2020 20:17:17

nando_mac
Utente
Da Teramo
Moto principale: GT 535
Registrato: 02-04-2020
Messaggi: 141

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Emm, a vederlo io cambierei anche il collettore di aspirazione, troppo screpolato, e controllerei a sto punto le parti in gomma.

In linea

#37 22-09-2020 08:07:14

nigel68
Utente
Da Cuneo
Contrada: Bagna Caoda
Moto principale: Continental GT 535
Registrato: 12-11-2019
Messaggi: 143

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

La candela è perfetta, più che l'ossidazione della fascetta che non ha alcun effetto sulla funzione stessa della fascetta, cambierei tutto il manicotto in gomma come suggerisce nando perché se è fessurato "tira" aria aggiuntiva e scombussola tutta la carburazione, esattamente come funziona coi bialbero Alfa Romeo  wink

...in ogni caso ok che la gomma si deteriora, ma vuol dire che quella moto lì è rimasta parcheggiata al sole per ANNI

Ultima modifica di nigel68 (22-09-2020 08:12:38)


"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Non in linea

#38 22-09-2020 08:18:13

overboost
Utente
Da bassa pianura padana
Contrada: RISOT GIALD
Moto principale: Bullet 500 Redditch "Rossana"
Registrato: 14-05-2018
Messaggi: 1'352

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

In effetti il collettore in gomma è in pessimo stato...


- Royal Enfield Bullet 500 classic Redditch Red 2017, "Rossana" -

In linea

#39 22-09-2020 08:49:05

Freddy
Utente
Da Casalecchio di Reno
Registrato: 14-07-2014
Messaggi: 714

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Ant268 ha scritto:

Aggiorno di nuovo il post perché c'è una novità e vi allego subito le foto.

Controllando bene e avendo capito esattamente com'era questa benedetta vernice credo di averla trovata

https://i.postimg.cc/XJxnHJdK/photo6001204026147975796.jpg

Ed ecco un ingrandimento dopo aver riportato la vernice al limite del  bullone

https://i.postimg.cc/zGmYkW4Z/photo6001204026147975796g.jpg

E questa è la parte di vite che blocca il potenziometro della valvola a farfalla. In questa foto si nota anche una piccolissima macchia gialla che sembra la stessa vernice usata sulla vite.
In realtà confrontandola con la vite che si deve nelle foto di Freddy con la mia, questa sembra essere più avvitata dell'altra e sembra uscire di più in basso dove si trova a contatto col potenziometro per intenderci (spero di essermi spiegato bene).

https://i.postimg.cc/k4GHCXLv/photo6001204026147975786.jpg

Al momento non ho modo di provare la moto e capire se effettivamente il problema è quantomeno rientrato. Aspetto che arrivi la ruota libera per provarla, rimontare tutto e provare a regolare il minino. Nello specifico devo agire sulla grande vite e non sulla piccola vite a stella, corretto?

https://i.postimg.cc/MZBr0T2g/photo6001204026147975787.jpg

Inoltre ne approfitto per altre 3 cose:

1) foto dettagliate della fascetta che credevamo fosse ossidata e in effetti un minimo lo è ma non mi sembra messa peggio di altre parti in metallo ossidate. Che ne pensate?

https://i.postimg.cc/PrQLwm6J/photo6001204026147975788.jpg

https://i.postimg.cc/8cV5F5ML/photo6001204026147975789.jpg

https://i.postimg.cc/7PghF3r9/photo6001204026147975790.jpg

https://i.postimg.cc/6qLQCXfg/photo6001204026147975794.jpg

2) Metto alcune foto della candela per avere un riscontro sulle sue condizioni.

https://i.postimg.cc/RFn0gf4k/photo6001204026147975792.jpg

https://i.postimg.cc/nc1hSnfh/photo6001204026147975795.jpg

3) Ho controllato il sensore che va al motore e che era coperto dal nastro isolante e sembra nella norma, e non danneggiato. Ovviamente mia valutazione da ignorante...


Effettivamente la vite di regolazione della valvola a farfalla sembra parecchio più avvitata di quella dalla mia moto e di quelle poche che sono riuscito a vedere sul web, per es. sulla mia moto il filetto spunta da sotto di 1,6 millimetri (l'ho misurato con lo spessimetro). Ma per il momento mi fermo qui perchè sto facendo degli esperimenti sulla mia Bullet cercando di creare le stesse condizioni di regolazioni come sono nella tua moto per vedere se anch'essa si mette a strattonare in decelarazione ecc...ho già svitato la famosa vite rompendo la vernice ed agito sulla regolazione del sensore tps per ottenere, in tali condizioni, una tensione di 0,64 volt come nella tua. Per adesso ho potuto verificare che così regolata fa tanta fatica ad andare in moto con un minimo instabile e scoppiettante, oggi, se riesco e non diluvia, procedo con le prove su strada e ti faccio sapere i risultati.

A proposito della tensione del segnale TPS: mi sono accorto che il motore é più sensibile di quel che credevo alle variazioni del segnale TPS da farmi venire qualche dubbio sul fatto che la tensione da 0,4 a 0,8 volt rientri  davvero nelle tolleranze, allora sono andato a leggemi il Service Training Guide della Continental GT 535 (quello che ti ho inviato) e, a pag. 51, ho trovato che sulla Continental il ns.segnale TPS dovrebbe essere 0,6 volt +/- 0,02 volt (cioè dal 0,58 a 0,62 volt !!), se così è la tua carburazione sarebbe troppo grassa... ma ne riparliamo dopo i risultati degli esperimenti.

E' corretto: per regolare il minimo si agisce sulla vite grande a taglio e non sulla piccola a stella (per aumentarlo la ruoti in senso antiorario e viceversa).

1- ovviamente la ruggine presente sulla fascetta non crea problemi, però é un segnale che la moto é stata tenuta in un ambiente non proprio idoneo, potrebbe esserci altra ruggine che, per es., rende duro l'acceleratore ecc.. (per quanto riguarda l'acceleratore durissimo ti invierò in privato per e-mail un sunto delle osservazioni fatte dall' amico Giovanni sui problemi della tua moto.)


2-La tua candela ha effettivamente un bell'aspetto ma non ci si può fidare ciecamente dell'aspetto, a volte le candele sono un po' subdole, nell'attesa che arrivi la ruota libera, per eccesso di scrupolo ne procurerei una nuova (per es. una NGK BPR6ES oppure BP6ES che sono di facile reperibilità, costa 5 euro e comunque ti servirà in futuro come ricambio).

La gomma del collettore di aspirazione é effettivamente molto screpolata ma non sembra al punto di poter lasciar passare aria, però, quando si ha a che fare con problemi come il nostro, è meglio fugare tutti i dubbi. Il collettore della mia Bullet era messo come il tuo fin da nuova, successivamente, proprio per pignoleria, l'ho rivestito di silicone trasparente distribuendolo con un pennellino a mò di vernice, ma non credo fosse veramente necessario (affinchè ti possa fare un'idea del risultato estetico posterò una foto del collettore dopo il trattamento).

Per chiudere ti aggiorno su quelle che nel precedente post ho definito "novità che potrebbero permettere di risolvere tutti i problemi della tua moto a costo zero". E' all'amico Giovanni, che ho nominato alcune righe più sopra, che io mi rivolgo qualora devo affrontare complessi problemi di tecnica applicata alla motocicletta, perchè, anche se con lui non lo ammetterò mai, é molto più bravo e competente del sottoscritto.
Ma vengo al dunque: Giovanni si è spontaneamente offerto, come se fosse la cosa più naturale del mondo, di visionare e, se ancora ce ne fosse la necessità, di sistemare la tua moto in occasione dalla sua prossima venuta nella contrada dei fichi d'india (é un siculo di Gela). Quando gli ho chiesto quanto ti sarebbe costata l'operazione si é un pò risentito solo per avergli fatto la domanda...quando si dice amicizia disinteressata ...

Mi ha autorizzato a comunicarti il suo recapito telefonico e di posta elettronica che ti mando in privato per e-mail affinché, se lo desideri, puoi contattarlo per accordi.
Approfittane e vai tranquillo , Giovanni oltre che bravo é anche un buono, sia di nome che di fatto.

Con un rapido O.T. colgo l'occasione per portare i saluti di GDBUONO a tutti gli amici del Forum.

Ultima modifica di Freddy (22-09-2020 08:49:58)

Non in linea

#40 22-09-2020 09:23:30

pedro
Utente
Da santa margherita ligure
Registrato: 04-09-2019
Messaggi: 348

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Contraccambio i saluti all'innominabile e resto stupito per la tua ammirevole diponibilità.


Classic Army 2012 + Interceptor Chrome 2019

Non in linea

#41 22-09-2020 18:46:07

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Effettivamente la vite di regolazione della valvola a farfalla sembra parecchio più avvitata di quella dalla mia moto e di quelle poche che sono riuscito a vedere sul web, per es. sulla mia moto il filetto spunta da sotto di 1,6 millimetri (l'ho misurato con lo spessimetro). Ma per il momento mi fermo qui perchè sto facendo degli esperimenti sulla mia Bullet cercando di creare le stesse condizioni di regolazioni come sono nella tua moto per vedere se anch'essa si mette a strattonare in decelarazione ecc...ho già svitato la famosa vite rompendo la vernice ed agito sulla regolazione del sensore tps per ottenere, in tali condizioni, una tensione di 0,64 volt come nella tua. Per adesso ho potuto verificare che così regolata fa tanta fatica ad andare in moto con un minimo instabile e scoppiettante, oggi, se riesco e non diluvia, procedo con le prove su strada e ti faccio sapere i risultati.

A proposito della tensione del segnale TPS: mi sono accorto che il motore é più sensibile di quel che credevo alle variazioni del segnale TPS da farmi venire qualche dubbio sul fatto che la tensione da 0,4 a 0,8 volt rientri  davvero nelle tolleranze, allora sono andato a leggemi il Service Training Guide della Continental GT 535 (quello che ti ho inviato) e, a pag. 51, ho trovato che sulla Continental il ns.segnale TPS dovrebbe essere 0,6 volt +/- 0,02 volt (cioè dal 0,58 a 0,62 volt !!), se così è la tua carburazione sarebbe troppo grassa... ma ne riparliamo dopo i risultati degli esperimenti.

Non ho puntualizzato un paio di cose: ho eseguito la prova con il tester quando la vite era regolata a caso per così dire e il valore in quelle condizioni era 0,68. A quel punto allento il bullone e svito la vite cercando di raggiungere il famoso valore di 0.61. Il valore in affetti si abbassava ma a vite quasi fuori sede il valore oscillava tra 0,64 / 0,65. Ho quindi avvitato nuovamente la vite fino a portarla ai 0,68. Ieri ho invece regolato affidandomi soltanto al segnetto di vernice e non ho poi controllato il valore con il tester ma avendo avvitato, a rigor di logica, il valore ora sarà maggiore di 0,68. Preciso che non ho provato la moto perchè al momento sta col carter sinistro smontato e l'ho portata soltanto quando la regolazione della vite era casuale per così dire quindi con un valore di 0,68.
Riassumo anche i problemi della moto giusto per fare un attimo il recap  lol :
la moto si avvia con la pedivella molto più facilmente di quando ho portato a casa la moto avendo cambiato la batteria, a motore freddo ho qualche problemino in più ma dopo 5 - 6 scalciate la moto parte, di solito. Può succedere che ne serva qualcuna in più ma alla fine parte: va considerata comunque la mia inesperienza che magari mi fa dare qualche colpo a vuoto pur avendone capito il principio di funzionamento. A motore caldo una o due scalciate e va senza problemi.
Una volta accesa a motore freddo se non si accelera per qualche minuto la moto si spegne (cosa che non succede a motore caldo, tipo dolo 15-20 min di moto) dopo qualche borbottio. In partenza se non si da gas in maniera decisa la moto si spegne, problema che sicuramente è aggravato dall'inesperienza; il problema è molto meno evidente a motore caldo e quasi sparisce.
Infine ogni volta che si decelera o, peggio, rilascio completamente l'acceleratore la moto da degli strattoni, come abbiamo detto; la cosa mi risulta piuttosto evidente in discesa e a velocità un pò più sostenuta ma non credo sia poi rilevante come cosa e potrebbe anche essere solo una sensazione. Accelerando invece non si sente alcun problema e mi sembra che proceda in maniera abbastanza lineare.

1- ovviamente la ruggine presente sulla fascetta non crea problemi, però é un segnale che la moto é stata tenuta in un ambiente non proprio idoneo, potrebbe esserci altra ruggine che, per es., rende duro l'acceleratore ecc.. (per quanto riguarda l'acceleratore durissimo ti invierò in privato per e-mail un sunto delle osservazioni fatte dall' amico Giovanni sui problemi della tua moto.)

Si, sapevo che il problema non fosse la fascetta in sè, era per mostrarvi le condizioni di quella parte di moto. Purtoppo credo anch'io che la moto sia state tenuta all'aperto e avrà preso un pò di acqua e sole pur non avendone la certezza sembra evidente. Poi a Palermo il sole non è proprio delicato e nemmeno gli inverni negli ultimi anni sono stati leggeri.   lol
Attendo indicazioni per l'acceleratore.

2-La tua candela ha effettivamente un bell'aspetto ma non ci si può fidare ciecamente dell'aspetto, a volte le candele sono un po' subdole, nell'attesa che arrivi la ruota libera, per eccesso di scrupolo ne procurerei una nuova (per es. una NGK BPR6ES oppure BP6ES che sono di facile reperibilità, costa 5 euro e comunque ti servirà in futuro come ricambio).

Metto una candela nella lista della spesa come anche il filtro aria, cambiarli entrambi male non farà.

La gomma del collettore di aspirazione é effettivamente molto screpolata ma non sembra al punto di poter lasciar passare aria, però, quando si ha a che fare con problemi come il nostro, è meglio fugare tutti i dubbi. Il collettore della mia Bullet era messo come il tuo fin da nuova, successivamente, proprio per pignoleria, l'ho rivestito di silicone trasparente distribuendolo con un pennellino a mò di vernice, ma non credo fosse veramente necessario (affinchè ti possa fare un'idea del risultato estetico posterò una foto del collettore dopo il trattamento).

Va bene, magari aspetto un pò per interventi come questo che non sono urgetisssimi ma che devo/voglio comunque fare più in là. Oppure intanto provo a fare quello che hai fatto tu.

Per chiudere ti aggiorno su quelle che nel precedente post ho definito "novità che potrebbero permettere di risolvere tutti i problemi della tua moto a costo zero". E' all'amico Giovanni, che ho nominato alcune righe più sopra, che io mi rivolgo qualora devo affrontare complessi problemi di tecnica applicata alla motocicletta, perchè, anche se con lui non lo ammetterò mai, é molto più bravo e competente del sottoscritto.
Ma vengo al dunque: Giovanni si è spontaneamente offerto, come se fosse la cosa più naturale del mondo, di visionare e, se ancora ce ne fosse la necessità, di sistemare la tua moto in occasione dalla sua prossima venuta nella contrada dei fichi d'india (é un siculo di Gela). Quando gli ho chiesto quanto ti sarebbe costata l'operazione si é un pò risentito solo per avergli fatto la domanda...quando si dice amicizia disinteressata ...

Mi ha autorizzato a comunicarti il suo recapito telefonico e di posta elettronica che ti mando in privato per e-mail affinché, se lo desideri, puoi contattarlo per accordi.
Approfittane e vai tranquillo , Giovanni oltre che bravo é anche un buono, sia di nome che di fatto.

Non so davvero come ringraziarvi per tutto l'aiuto disinteressato che mi state dando, dovrò almeno offrirvi una cena, cosa non impossibile per Giovanni ma un pò più complicata per te  lol
In ogni caso grazie ancora e pur essendo io di Palermo e lui di Gela che è abbastanza fuori mano ne approfitterò sicuramente, un modo si trova sempre.

Non in linea

#42 23-09-2020 22:55:32

Freddy
Utente
Da Casalecchio di Reno
Registrato: 14-07-2014
Messaggi: 714

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Come promesso ieri ho proseguito con gli esperimenti sul segnale TPS della mia Bullet e, fra un'acquazzone e l'altro, sono riuscito a fare una rapida prova su strada che mi ha permesso di trarre qualche risultato utile (almeno lo spero).

Non sto’ a spiegare nei dettagli cosa ho fatto, dico solo che sono più volte intervenuto a modificare abbondantemente la taratura della famosa "intoccabile" vite a brugola del corpo farfallato e quella della posizione del potenziometro sensore del TPS allo scopo di vedere “l’effetto che fa”.

Premetto che nonostante l’impegno profuso per regolare il mio corpo farfallato al pari del tuo non sono riuscito a provocare sulla mia moto inconvenienti identici a quelli della tua (i problemi in fase di decelerazione). Però, così sregolata, la mia Bullet aveva molte difficoltà ad avviarsi, viaggiando a bassa e costante velocità strattona in continuazione, quando rallento agli incroci va tenuta su di giri con colpi di acceleratore altrimenti si spegne e successivamente in accelerazione ha dei mancamenti, insomma sembra ingolfata. Invece quando si viaggia allegri con il motore su di giri apparentemente va tutto bene.
Ciò nonostante sono ragionevolmente fiducioso che questa mia ricerca possa servire alla risoluzione dei problemi, che apparentemente sono di carburazione, della tua moto. 

Allora, io procederei così:
- dopo che avrai montato la nuova ruota libera prova la moto per assicurati che almeno vada in moto e funzioni come prima.
- non toccare, per il momento, la "famosa" vitina a brugola.
- collega il tester al segnale TPS e prendi nota del suo valore (per esempio facciamo che sia 0,69).
- si procede ad abbassare il valore del TPS di 0,06/0,07 volt affinchè il TPS, nel caso di esempio, diventi circa 0,62 volt. Per fare ciò bisogna muovere il potenziometro TPS dopo aver allentato la vite indicata in rosso nella foto seguente
 
SPILLO-X-TPS.jpg

- muovendo il sensore TPS in senso orario la tensione cala, in senso antiorario cresce (nella stessa foto puoi vedere anche, indicato in verde, lo spillo che ho utilizzato per andare a prendere il segnale TPS, l'ho piantato nel cavo passandolo da parte a parte, così è comodo, l’ho lasciato lì finchè non ho finito gli esperimenti, anche durante la prova su strada).
- a questo punto riprovi la moto per vedere adesso come va. Se va meglio (speriamo) significa che siamo sulla buona strada e si passa alla fase successiva seguendola passo-passo esattamente come la descrivo:

- collega nuovamente il tester al segnale TPS
- allenta il dado che blocca la ns. "famosa" vitina 
- svita lentamente la vitina osservando il tester e vedrai la tensione TPS diminuire, continua a svitare finchè la tensione cessa di calare e si stabilizza , dovrebbero bastare pochi giri di vite.
Adesso riavvita lentamente la vitina finchè vedi che la tensione accenna a risalire e fermati, a questo punto avvitala ancora per 1/4 di giro e bloccala (in questo modo, se ho ben capito il principio di funzionamento del ns.corpo farfallato, abbiamo ottenuto con buona approssimazione, la taratura della famosa e "intoccabile" vitina così come quando esce dalla fabbrica.
- Adesso si può finalmente a regolare il TPS a 0,6 volt muovendo di nuovo il potenziometro dopo aver allentato la relativa vite di fissaggio, come detto prima.
Finito !
Incrocia le dita e vedi come va.


Allego inoltre la foto del collettore di gomma screpolata ben spennellata con il silicone trasparente, nella stessa immagine ho anche evidenziato il sensore della temperatura dell'olio motore. Come vedi anche questo cavo è avvolto con nastro isolate come il tuo, però io ho dovuto metterlo dopo aver fatto una modifica al circuito di rilevamento temperatura (modifica poi rimossa perchè rivelatasi inefficace),  per questo motivo la presenza del nastro isolante sul tuo cavo mi ha insospettito ed ho consigliato di andare a vedere che c'è sotto.
COLLETTORE-SILICONATO.jpg

Non in linea

#43 27-09-2020 19:01:39

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Aggiornamento con due belle notizie e alcune brutte notizie.

Buona notizia: la ruota libera è arrivata ed è stata montata. Nessuna presenza dei rumori strani di prima, la moto ora parte appena si preme lo starter. Sono finitie qui le cose belle  wall

Brutte notizie:

1. Potrebbe non essere nulla ma riporto comunque la cosa. Una volta cambiato il pezzo la moto non è partita immediatamente, il motorino girava con tutti gli ingranaggi ma la moto non si avviava. La batteria è nuova come sapete ed era stata completamente caricata la scorsa settimana. Dopo un paio di tentativi abbiamo collegato l'avviatore esterno  alla batteria e alla prima pressione dello starter la moto si è accesa. E' tutto nella norma visto che la moto è ferma da meno di due settimane e senza il serbatoio montato? O c'è qualcosa di strano?

2. Una volta accesa la moto si è subito notato che la regolazione fatta la volta precedente alla vite a brugola ha solo peggiorato le cose anche senza guidare la moto: al minimo la moto stava sui 3000 giri e, manco a dirlo, non è una cosa normale. Abbiamo quindi mosso nuovamente la vitina a brugola a moto accesa e portato il motore a 1000 giri. La moto non si spegne da sola ma il motore era abbastanza caldo visto che era acceso da diversi minuti alcuni dei quali stando a 3000 giri.
Una cosa che però era evidente sia a 1000 che 3000 giri era che il motore non è costante, la lancetta continua ad alzarsi e abbassarsi vistosamente andando sopra e sotto i 1000 giri arrivando a volte anche a 1500 (stessa cosa avveniva, come detto, anche a 3000 giri).
Abbiamo a questo punto collegato il tester sempre a motore acceso e il voltaggio stava sui 0.64/0.65, dando gas il valore aumentava gradualmente per poi scendere repentinamente fino ad arrivare a 0.60 e risalire a 0.66/0.68 e continuando a salire e scendere in maniera molto incostante.
Preciso comunque che non ho potuto effettuare prove su strada visto il maltempo e le farò nei prossimi giorni, tempo permettendo.

Riepilogando dunque non posso ancora dire se la moto si spegne a motore freddo e se gli strattonamenti ci sono ancora, purtroppo credo che questi ultimi siano ancora presenti ma ne avremo la conferma domani o nei prossimi giorni. Non sembra che la moto abbia problemi ad avviarsi.

Vista la situazione non ho regolato il minimo nè, soprattutto, seguito le procedure descritte da Freddy proprio perchè è evidente che la prosizione "originale" della vite a brugola non poteva essere quella.
Come mi consigliate di procedere ora?

Ultima modifica di Ant268 (27-09-2020 19:03:50)

Non in linea

#44 28-09-2020 18:39:36

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Aggiornamento dopo aver provato la moto:

Anche oggi è stato necessario usare il booster per avviare la moto, il motorino e tutti gli ingranaggi girano come dovrebbero ma la moto non si avvia. Nessun problema dopo averla avviata così la prima volta, la moto si è avviata altre volte a motore caldo e di nuovo dopo essermi fermato per circa mezz'ora anche se non maniera piuttosto stentata e dovendo accelerare un pò.
Ricollegandomi a questo continua a essere necessario dare gas per qualche secondo altrimenti la moto si spegne. Sembra però che necessiti meno tempo per "stabilizzare" il motore, mentre prima servivano minuti ora mi è sembrato bastassero 30 - 60 sec.
Confermo che sono presenti ancora quei maledetti strattonamenti sempre presenti in decelerazione e un pò meno evidenti in accelerazione ma comunque presenti. La cosa è leggermente meno evidenti se vado a velocità un pò più sostenute, molto evidenti in prima e seconda a bassi regimi, in prima strattona sempre decelerando, in seconda se si scende sotto i 2000 giri. Insomma esattamente quello che succedeva prima.
Altra cosa che ho notato oggi che non ricordo se fosse o meno presente prima è un rumore metallico (sembra un pezzo di metallo che sbatte sul carter forse o qualcosa di simile) che mi sembra essere più evidente quando vado a velocità più spinte. Potrebbe essere qualcosa già presente prima e del tutto normale a cui non avevo mai fatto caso, non so dirlo.

Devo ammettere di essere un pò demoralizzato per la quasi assenza di miglioramenti e inizio a pensare di aver fatto un acquisto sbagliato. Ho paura che dovrò essere costretto a portarla in officina e spendere un patrimonio. Vedremo come va nelle prossime settimane  sad

Ultima modifica di Ant268 (28-09-2020 18:41:23)

Non in linea

#45 28-09-2020 19:43:06

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

PS:

Vi metto due video che vi fanno capire cosa succede quando la moto è ferma, che sia in folle o con la frizione tirata. Lo stesso avviene se si è in marca e si tira la frizione: la moto non strattona ma sembra che la moto acceleri da sola. 

Video 1

Video 2

Non in linea

#46 28-09-2020 23:19:30

Freddy
Utente
Da Casalecchio di Reno
Registrato: 14-07-2014
Messaggi: 714

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Ant268 ha scritto:


Abbiamo a questo punto collegato il tester sempre a motore acceso e il voltaggio stava sui 0.64/0.65, dando gas il valore aumentava gradualmente per poi scendere repentinamente fino ad arrivare a 0.60 e risalire a 0.66/0.68 e continuando a salire e scendere in maniera molto incostante.


Il segnale TPS va sempre regolato e controllato a motore spento, se il motore é in moto il segnale del TPS risulta instabile anche se non si tocca l'acceleratore in quanto è condizionato anche dalle piccole variazioni dei 12 volt del circuito elettrico della moto (con il motore avviato i 12 volt forniti dalla batteria non sono perfettamente stabilizzati ma variano in funzione del nr. di giri dell motore, e quindi dell'alternatore, e dei vari assorbimenti).
Questo l'ho potuto verificare proprio oggi, dopo aver letto il tuo post ho voluto controllare il TPS della mia Bullet con il motore avviato ed ho visto che si comporta uguale al tuo: con il motore al minimo basta solo far accendere la luce dello stop che il TPS cambia valore, se poi accendo tutte le luci varia anche di 0,15 volt.

Per il resto, visto quello che non hai fatto (in pratica sei solo intervenuto sulla vitina a brugola senza pero' modificare la taratura del TPS) non ci si potevano aspettare cambiamenti nel comportamento del motore (hai solo abbassato il numero di giri quando rilasci l'acceleratore ma la carburazione non é stata toccata e nemmeno la taratura del minimo).

Per cui non di devi abbattere, nel frattempo ho chiesto il supporto di "colui che sa"  e gli ho inviato i due video.

A risentirci.

Non in linea

#47 29-09-2020 00:12:20

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Va bene, proverò a non abbattermi! Fammi sapere se procedere come descritto da te nell'ultimo post!

Non in linea

#48 29-09-2020 09:50:19

Freddy
Utente
Da Casalecchio di Reno
Registrato: 14-07-2014
Messaggi: 714

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Ant268 ha scritto:

Va bene, proverò a non abbattermi! Fammi sapere se procedere come descritto da te nell'ultimo post!



Questa volta, a costo di diventare logorroico, inizio con la teoria, così da dare un senso, o almeno lo spero, alle operazioni che descriverò successivamente (cioè la taratura della ns. vitina a brugola e, a seguire, del sensore TPS).
Chiedo scusa per le banalità.
-nel ns. corpo farfallato sono presenti due differenti condotti preposti al passaggio dell'aria destinata alla camera di scoppio: il condotto principale dove c'è la valvola a farfalla ed uno più piccolo che by-passa la valvola a farfalla, comunemente definito condotto aria del minimo.
Chiedo di nuovo scusa per le ovvietà.
- quando rilascio l'acceleratore la valvola a farfalla si mette in posizione verticale e sigilla ermeticamente il condotto principale. Il motore rimane comunque in moto grazie alla sola aria che attraversa il condotto del minimo.
In relazione alla quantità d'aria che entra nella camera di scoppio la centralina inietta la corrispondente necessaria quantità di benzina. Ne consegue che la centralina deve sapere quando la valvola a farfalla é chiusa per poter iniettare la sola benzina necessaria a mantenere il regime minimo.
E la centralina ritiene che la farfalla sia ermeticamente chiusa quando il valore TPS è 0,6 volt!

Con queste premesse vado a spiegare passo-passo il mio metodo, già descritto nei post precedenti, per ripristinare le regolazioni di un corpo farfallato senza smontarlo dalla moto (la moto va accesa ma il motore spento):
Per prima cosa si regola la famosa vitina "intoccabile" la quale funziona da fine corsa meccanico della valvola a farfalla nel momento in cui si rilascia l'acceleratore, cioè quando il condotto di aspirazione principale deve essere chiuso ermeticamente.
- collego il tester al segnale TPS, svitando la vitina si muove la valvola a farfalla e quindi cala il valore del TPS che leggo sul tester, nel momento in cui il TPS cessa di scendere significa che la valvola a farfalla é giunta a contatto delle pareti del condotto d'aspirazione e non si muove più, è perfettamente verticale e chiude ermeticamente il condotto. A questo punto riavvito molto lentamente la vitina fino a quando vedo sul tester che il TPS accenna a risalire così ho individuato la posizione ideale dove deve stare la vitina per fare da fine corsa alla valvola a farfalla. Adesso avvito per un ulteriore 1/4 di giro la vitina e stringo il dado di fissaggio ed ho finito (stringendo il dado la ns. vitina tende a salire  leggermente verso l'alto ed é per compensare questo movimento che prima la avvito di un ulteriore 1/4 di giro ma anche perchè deve essere la vitina a fermare la corsa della valvola a farfalla altrimenti si andrebbe ad incastrare fra le pareti del condotto - provare per credere).

Giunto a questo punto, agendo direttamente sulla posizione del sensore TPS, vado finalmente a regolare la sua tensione a 0,6 volt e da questo momento la centralina conoscerà sempre esattamente la posizione della valvola a farfalla e regolerà l'iniezione benzina di conseguenza.

Poi per eventualmente regolare il regime del minimo bisogna agire "solo" sulla grossa vite a taglio d'ottone la quale regola il flusso dell'aria che attraversa il piccolo condotto di by-pass accennato prima. In pratica per regolare il regime minimo si va a modificare solo il flusso d'aria e non quello della benzina. Da quanto appena scritto si evince che se ci fossero indebite infiltrazioni d'aria causate, per esempio, da fessurazioni nel collettore o dal corpo farfallato sporco che non permette la chiusura ermetica della valvola a farfalla o altro, avremmo un minimo instabile e ballerino. Ma a queste menate, come al sensore MAP ecc.. ci pensiamo dopo se ancora,nonostante il  TPS a posto e candela nuova, non va ancora bene.
E' stata dura ......ma per oggi ho finito.

Non in linea

#49 29-09-2020 11:44:00

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Perfetto tutto molto chiaro. Ho solamente un dubbio: nella prima spiegazione dicevi di prendere nota del valore del tps e agire soltanto sul potenziometro, provare la moto e poi (qualora andasse meglio) fare quello che hai descritto anche nel secondo post.
Procedo così oppure direttamente come descritto qui?

Non in linea

#50 01-10-2020 23:21:56

Ant268
Utente
Contrada: Fico d'India
Moto principale: RE Continental GT 535
Registrato: 06-09-2020
Messaggi: 24

Re: Problemi avviamento, accelerazione e altri interventi

Vi dò qualche aggiornamento dopo aver contattato GDBuono che mi sta aiutando a risolvere i problemi insieme a Freddy.

Al momento stiamo andando per step, dalle cose più basilari a quelle un pò più complesse.

Aspetto che arrivi una candela nuova, presa la Bosh originale dopo aver letto un paio di post sul forum.
Ho ingrassato e lubrificato i cavi dell'acceleratore sperando che questo risolva un pò la durezza dell'acceleratore. Ho usato dw 40 e poi grasso per ingranaggi. Non ho avuto tempo di provare la moto e, tempo permettendo lo farò domani, sperando che arrivi la candela nuova così da verificare se per caso si avverte qualche miglioramento.

Dovrei provare a mettere della benzina 100 ottani non avendo idea della benzina che è stata utilizzata dal precedente proprietario ma sto riscontrando più difficoltà del previsto a trovare questo carburante nella mia zona.

Devo anche verificare l'efficienza della batteria nuova con un teste per scrupolo e per escludere anche questo possibile problema poiché la moto ha davvero tante difficoltà ad avviarsi con lo starter.
Se non dò delle sgasate decise la moto non si avvia e anche in quel caso devo fare tanti tentativi e non va mai al primo colpo. Stessa cosa con la pedivella, servono davvero tanti tentativi.

Nell'ultimo giretto fatto, la moto si è addirittura spenta con la frizione tirata mentre mi fermavo a un incrocio...

Una volta fatte queste cosine procedere con regolazioni di Vitine intoccabili, potenziometri e chi più ne ha più ne metta seguendo i saggi consigli di Freddy e GDBuono.

Non in linea

Piè di pagina

[ Generato in 1.129econdi, nterrogazioni eseguite - Uso memoria: 2.81 MiB (Picco: ]