#1 28-10-2019 21:43:04

Quint89
Utente
Da Verona
Contrada: Baccalà
Registrato: 29-07-2016
Messaggi: 4'903

Giretto alla scoperta del Delta del Po

Ieri sono tornato a Ca Venier nel Parco del Delta del Po.
Che dire... una zona che mi strego' già la primissima volta che la vidi.
Ho avuto la fortuna di ammirarla col sole di un ottobre piuttosto estivo e caldo smile
Passeggiare lungo la spiaggia di Lido Boccasette è semplicemente meraviglioso soprattutto perché abbiamo potuto vedere il litorale con la bassa marea! Sembrava di essere in un' area rurale di altri Paesi... purtroppo dopo 10 km a piedi bisognava tornare alla moda che accovacciata come una pecora aspettava di essere riportata all ovile veronese.
Una giornata meravigliosa smile consiglio a tutti di andare nella zona del Delta del Po che mi sono promesso di esplorare in lungo e in largo perché merita tantissimo... smile

20191027-150158-01.jpg

20191027-150502-01.jpg

20191027-151538-01.jpg

20191027-151921-01.jpg

20191027-153513-01.jpg

IMG-20191027-WA0019-01.jpg

IMG-20191027-WA0022-01.jpg


ex Royal Enfield Classic 2016
Suzuki V Strom 650 2018

Non in linea

#2 28-10-2019 21:51:25

gdbuono
Utente
Da Bologna
Contrada: fico d'india
Moto principale: Garelli Tiger xrd 125
Registrato: 31-12-2015
Messaggi: 4'604

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

E naturalmente sai perché quel lido si chiama "Boccasette", anzi scommetto che sia il motivo che ti spinge a tornarci...


siculobononiano: a volte ingroppa "la Fallace" (RE c5 efi)

Non in linea

#3 28-10-2019 22:09:37

Quint89
Utente
Da Verona
Contrada: Baccalà
Registrato: 29-07-2016
Messaggi: 4'903

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

gdbuono ha scritto:

E naturalmente sai perché quel lido si chiama "Boccasette", anzi scommetto che sia il motivo che ti spinge a tornarci...

Spevo che avresti scritto qualcosa vecchio pervertito  huahua
In realtà si chiama ''Boccasette'' perchè dovrebbe essere la settima bocca del Po che sfocia in mare. Nei pressi di Boccasette passa il 45° parallelo.


ex Royal Enfield Classic 2016
Suzuki V Strom 650 2018

Non in linea

#4 28-10-2019 22:11:58

gdbuono
Utente
Da Bologna
Contrada: fico d'india
Moto principale: Garelli Tiger xrd 125
Registrato: 31-12-2015
Messaggi: 4'604

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Quint89 ha scritto:
gdbuono ha scritto:

E naturalmente sai perché quel lido si chiama "Boccasette", anzi scommetto che sia il motivo che ti spinge a tornarci...

Spevo che avresti scritto qualcosa vecchio pervertito  huahua
In realtà si chiama ''Boccasette'' perchè dovrebbe essere la settima bocca del Po che sfocia in mare. Nei pressi di Boccasette passa il 45° parallelo.

Ahahahahahahah! Povero pivellino! Ora te lo dice lo zio perchè si chiama così, nel prossimo post ti parlerò di Camillo, di Virginia e di Luisella.


siculobononiano: a volte ingroppa "la Fallace" (RE c5 efi)

Non in linea

#5 28-10-2019 23:32:30

gdbuono
Utente
Da Bologna
Contrada: fico d'india
Moto principale: Garelli Tiger xrd 125
Registrato: 31-12-2015
Messaggi: 4'604

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

gdbuono ha scritto:
Quint89 ha scritto:
gdbuono ha scritto:

E naturalmente sai perché quel lido si chiama "Boccasette", anzi scommetto che sia il motivo che ti spinge a tornarci...

Spevo che avresti scritto qualcosa vecchio pervertito  huahua
In realtà si chiama ''Boccasette'' perchè dovrebbe essere la settima bocca del Po che sfocia in mare. Nei pressi di Boccasette passa il 45° parallelo.

Ahahahahahahah! Povero pivellino! Ora te lo dice lo zio perchè si chiama così, nel prossimo post ti parlerò di Camillo, di Virginia e di Luisella.

Intanto, come ogni storico che si rispetti, denuncerò le mie fonti.
Sai bene che quella zona è stata da me calcata in gioventù.
Il polesine e tutto il ferrarese, da Lendinara ai (7) lidi comacchiesi sono state mio luogo di svago, ai tempi di faccia d'angelo, e proprio un contrabbandiere di Chioggia, mi raccontò questa storiella.
Anni dopo, messa la testa a posto, mentre facevo una ricerca sul Muratori, che in vita aveva officiato a Pomposa, mi è saltato agli occhi un divertente accenno, un parallelismo tra Luisella della Risaia e Virginia di Castiglione.
Virginia, Contessa di Castiglione, tutti noi sappiamo chi fosse, ma Luisella?
Solo anni dopo, passando da Adria, per incontrare un mio amico spretato, ma gran studioso di aneddottica, tutto si è fatto chiaro.
Anche oggi per dire che c'è un casino si dice che c'è un "48".
Il riferimento è, naturalmente, ai moti del 1848 e a quel che ne conseguì, compresa la prima guerra di indipendenza italiana.
Del marzo di quell'anno tutti ricordano le 5 giornate di Milano, ma pochi la sommossa di Venezia, che poi portò alla Repubblica di San Marco.
Ebbene, in quel tempo, nell'odierna Boccasette, allora chiamata "Risaia", stava di stanza una guarnigione dell'esercito imperiale austriaco, comandata da un ufficiale galiziano, e da 5 armigeri.
Venezia era caduta in mano ai rivoltosi e il grosso delle forze austriache, in ritirata, si stava dirigendo nel quadrilatero (tra Verona e Mantova), e qualche migliaio di questi chiedeva stanza proprio alla guarnigione di Risaia.
Una massa di soldati in ritirata non sono un bene per la popolazione, le cronache del tempo (forse esagerate, da entrambe le parti) parlano di strupri, di occhi cavati, di donne gravide fatte a pezzi... e in quel momento, prima della bonifica di Mussolini, svariati drappelli si aggiravano per le paludi, verso la nostra guarnigione.
Immediatamente, appena ricevuti i primi dispacci telegrafici, erano stati messi ai ferri tutte le autorità del posto, e si attendeva l'arrivo di qualche gruppo nutrito di commilitoni per fare vettovagliamento nelle campagne.
Con le camere di sicurezza piene stipate di presunti agitatori la guarnigione stava in armi, pronta a tutto e asserragliata.
Erano solo sei, ma bene armati e decisi.
Fuori dalla guarnigione tutto il contado in agitazione, non ancora in tumulto, ma curioso ed eccitato.
Tra la gente una giovinetta graziosa, forse di 16 o 17 anni, già moglie, ma non ancora madre.
Tra gli arrestati il padre, il fratello e il marito.
Improvvisamente, dalla foresta di giunchi, appaiono due ulani al galoppo.
Gli ulani, come pure gli ussari, costituivano la formidabile cavalleria leggera austriaca, ma venivano spesso utilizzati come staffette per portare messaggi.
Questo era il caso.
La folla, però, immaginando che appresso ai cavalleggero ci fosse un'intera brigata si intese minacciata e ne disarcionò uno, provocandone la morte, chi dice per incidente, chi dice a bastonate.
L'altro riuscì a rotta di collo a guadagnare la caserma.
Gli uomini della guarnigione, adesso in sette, assetati di vendetta e certi dell'arrivo dei rinforzi, per immediato deterrente alla folla trascinarono fuori dal portone, ma ancora dietro il piantone, 4 uomini in camicia, scelti tra gli arrestati, per darvi pubblica esecuzione.
Tra questi il povero marito di Luisella.
I sette austriaci erano tutti fuori, in armi e pronti a far fuoco sui malcapitati e su chiunque facesse rimostranza quando dalla folla si udì un urlo straziante che chiamava per nome il comandante.
Al suono di quella voce qualcosa si smosse nell'ufficiale che invaginò la sciabola e trasse a sé, con un cenno, la giovinetta che sembrava non avere pace.
Per calmarne gli umori e parlamentare si portò quindi con ella nell'antro della caserma.
Dopo pochi minuti venne fuori, sconvolto in viso e senza la giovane, facendo cenno ad un commilitone di andare dentro.
Dopo un pò anche questo, visibilmente tramutato, uscì dalla guardiola lasciando il posto ad un altro fante.
Per ultimo l'ulano, il più contrariato e acceso di spirito.
Non si sa che argomenti usò Luisella per rabbonire gli austriaci, ma nessuno fu giustiziato quella sera e tutti gli arrestati furono liberati.
Nei giorni successivi non ci furono ritorsioni o saccheggi e la Repubblica di San Marco fu l'ultima a cadere.
Qualche tempo dopo, siamo già alla seconda guerra d'indipendenza, Camillo di Cavour ebbe a ricordarsi dell'episodio e alla cugina Virginia, nota come Contessa di Castiglione, mandata in ambasciata a Parigi, scriveva in codice di far con Napoleone III come Luisella.
Ora, dai diari della Contessa di Castiglione, sappiamo esattamente cosa facesse ella con i molti amanti, perché annotava tutto, beninteso in codice, dal bacio al supino abbandono.
Spesso si legge che con l'uno o col tal'altro vi fu una fugace Luisella...


siculobononiano: a volte ingroppa "la Fallace" (RE c5 efi)

Non in linea

#6 28-10-2019 23:59:10

Pucci
Utente
Contrada: Valle Vigezzo
Moto principale: Tenere 1200, Gilera 150
Registrato: 03-04-2019
Messaggi: 364

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Bellissima storia complimenti, anche io in quei posti ho dei bei ricordi.
In gioventù ho fatto assieme ad altri 5 scellerati come me, da Torino a porto Tolle (siamo saliti anche sul faro di porto Tolle, zona militare grazie ad un guardiano generoso) a remi in kayak, il tutto in 13 giorni.
Esperienza fantastica sia di paesaggi che umana

Non in linea

#7 29-10-2019 07:52:47

simolavende
Utente
Contrada: Tra Lodi e Piacenza
Moto principale: Himalayan & Hornet
Registrato: 09-02-2019
Messaggi: 160

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Bravo quint e grazie gd per la storia!!

Non in linea

#8 29-10-2019 11:52:43

lousab
Utente
Da Genova
Moto principale: Bullet Classic
Registrato: 11-05-2018
Messaggi: 890

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Bella la sella Quint e bei posti !! smile


Soltanto un motociclista riesce a capire perché i cani amano mettere la testa fuori dal finestrino
(Anonimo)

Non in linea

#9 29-10-2019 12:24:33

black dog
Utente
Contrada: Cantucci e vin santo
Moto principale: Bullet Electra EFI DLX
Registrato: 03-10-2017
Messaggi: 752

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Bravo Quint bel giro! Poi l'aria di mare fa bene alla pecora   smile

Giovanni: racconto spettacolare!  big_smile


Bullet Electra DLX EFI

Non in linea

#10 29-10-2019 13:13:31

Neophytus
Moderatore/Promotore
Da Comarca de el Bacalao
Moto principale: Bullet Electra DLX 500 EFI
Registrato: 20-02-2013
Messaggi: 10'967

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

black dog ha scritto:

Bravo Quint bel giro! Poi l'aria di mare fa bene alla pecora   smile

Giovanni: racconto spettacolare!  big_smile

Come si dice da queste parti: quoto! (sia rispetto al giro di Quint che al racconto di Giovannone)  smile


anche il sole ha le sue macchie (Hrabal)
Bullet Electra DLX 500 EFI "Begum"

Non in linea

#11 29-10-2019 13:51:16

Quint89
Utente
Da Verona
Contrada: Baccalà
Registrato: 29-07-2016
Messaggi: 4'903

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Gran storia GD, le prossime gite sul delta avranno un valore...diverso  huahua


ex Royal Enfield Classic 2016
Suzuki V Strom 650 2018

Non in linea

#12 29-10-2019 14:00:08

slash.85
Utente
Da Contrada della Polenta e Cunel
Registrato: 20-04-2015
Messaggi: 2'293

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

gdbuono ha scritto:
gdbuono ha scritto:
Quint89 ha scritto:

Spevo che avresti scritto qualcosa vecchio pervertito  huahua
In realtà si chiama ''Boccasette'' perchè dovrebbe essere la settima bocca del Po che sfocia in mare. Nei pressi di Boccasette passa il 45° parallelo.

Ahahahahahahah! Povero pivellino! Ora te lo dice lo zio perchè si chiama così, nel prossimo post ti parlerò di Camillo, di Virginia e di Luisella.

Intanto, come ogni storico che si rispetti, denuncerò le mie fonti.
Sai bene che quella zona è stata da me calcata in gioventù.
Il polesine e tutto il ferrarese, da Lendinara ai (7) lidi comacchiesi sono state mio luogo di svago, ai tempi di faccia d'angelo, e proprio un contrabbandiere di Chioggia, mi raccontò questa storiella.
Anni dopo, messa la testa a posto, mentre facevo una ricerca sul Muratori, che in vita aveva officiato a Pomposa, mi è saltato agli occhi un divertente accenno, un parallelismo tra Luisella della Risaia e Virginia di Castiglione.
Virginia, Contessa di Castiglione, tutti noi sappiamo chi fosse, ma Luisella?
Solo anni dopo, passando da Adria, per incontrare un mio amico spretato, ma gran studioso di aneddottica, tutto si è fatto chiaro.
Anche oggi per dire che c'è un casino si dice che c'è un "48".
Il riferimento è, naturalmente, ai moti del 1848 e a quel che ne conseguì, compresa la prima guerra di indipendenza italiana.
Del marzo di quell'anno tutti ricordano le 5 giornate di Milano, ma pochi la sommossa di Venezia, che poi portò alla Repubblica di San Marco.
Ebbene, in quel tempo, nell'odierna Boccasette, allora chiamata "Risaia", stava di stanza una guarnigione dell'esercito imperiale austriaco, comandata da un ufficiale galiziano, e da 5 armigeri.
Venezia era caduta in mano ai rivoltosi e il grosso delle forze austriache, in ritirata, si stava dirigendo nel quadrilatero (tra Verona e Mantova), e qualche migliaio di questi chiedeva stanza proprio alla guarnigione di Risaia.
Una massa di soldati in ritirata non sono un bene per la popolazione, le cronache del tempo (forse esagerate, da entrambe le parti) parlano di strupri, di occhi cavati, di donne gravide fatte a pezzi... e in quel momento, prima della bonifica di Mussolini, svariati drappelli si aggiravano per le paludi, verso la nostra guarnigione.
Immediatamente, appena ricevuti i primi dispacci telegrafici, erano stati messi ai ferri tutte le autorità del posto, e si attendeva l'arrivo di qualche gruppo nutrito di commilitoni per fare vettovagliamento nelle campagne.
Con le camere di sicurezza piene stipate di presunti agitatori la guarnigione stava in armi, pronta a tutto e asserragliata.
Erano solo sei, ma bene armati e decisi.
Fuori dalla guarnigione tutto il contado in agitazione, non ancora in tumulto, ma curioso ed eccitato.
Tra la gente una giovinetta graziosa, forse di 16 o 17 anni, già moglie, ma non ancora madre.
Tra gli arrestati il padre, il fratello e il marito.
Improvvisamente, dalla foresta di giunchi, appaiono due ulani al galoppo.
Gli ulani, come pure gli ussari, costituivano la formidabile cavalleria leggera austriaca, ma venivano spesso utilizzati come staffette per portare messaggi.
Questo era il caso.
La folla, però, immaginando che appresso ai cavalleggero ci fosse un'intera brigata si intese minacciata e ne disarcionò uno, provocandone la morte, chi dice per incidente, chi dice a bastonate.
L'altro riuscì a rotta di collo a guadagnare la caserma.
Gli uomini della guarnigione, adesso in sette, assetati di vendetta e certi dell'arrivo dei rinforzi, per immediato deterrente alla folla trascinarono fuori dal portone, ma ancora dietro il piantone, 4 uomini in camicia, scelti tra gli arrestati, per darvi pubblica esecuzione.
Tra questi il povero marito di Luisella.
I sette austriaci erano tutti fuori, in armi e pronti a far fuoco sui malcapitati e su chiunque facesse rimostranza quando dalla folla si udì un urlo straziante che chiamava per nome il comandante.
Al suono di quella voce qualcosa si smosse nell'ufficiale che invaginò la sciabola e trasse a sé, con un cenno, la giovinetta che sembrava non avere pace.
Per calmarne gli umori e parlamentare si portò quindi con ella nell'antro della caserma.
Dopo pochi minuti venne fuori, sconvolto in viso e senza la giovane, facendo cenno ad un commilitone di andare dentro.
Dopo un pò anche questo, visibilmente tramutato, uscì dalla guardiola lasciando il posto ad un altro fante.
Per ultimo l'ulano, il più contrariato e acceso di spirito.
Non si sa che argomenti usò Luisella per rabbonire gli austriaci, ma nessuno fu giustiziato quella sera e tutti gli arrestati furono liberati.
Nei giorni successivi non ci furono ritorsioni o saccheggi e la Repubblica di San Marco fu l'ultima a cadere.
Qualche tempo dopo, siamo già alla seconda guerra d'indipendenza, Camillo di Cavour ebbe a ricordarsi dell'episodio e alla cugina Virginia, nota come Contessa di Castiglione, mandata in ambasciata a Parigi, scriveva in codice di far con Napoleone III come Luisella.
Ora, dai diari della Contessa di Castiglione, sappiamo esattamente cosa facesse ella con i molti amanti, perché annotava tutto, beninteso in codice, dal bacio al supino abbandono.
Spesso si legge che con l'uno o col tal'altro vi fu una fugace Luisella...

Da estimatore di storia risorgimentale non conoscevo questo aneddoto!


Fu Gabriele D'Annunzio a definire che l'automobile fosse femmina; la motocicletta, invece, fu subito chiaro a tutti esser donna.

Motocicletta: RE 535 Continental GT "Ada Liberty"; Yamaha Virago XV125.
Ex Moto Guzzi V35 Imola (1981)

Non in linea

#13 29-10-2019 14:54:33

gdbuono
Utente
Da Bologna
Contrada: fico d'india
Moto principale: Garelli Tiger xrd 125
Registrato: 31-12-2015
Messaggi: 4'604

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Grazie ragazzi e scusate per la punteggiatura e per i molti errori di battitura. Ho scritto col telefonino. Slash, a parte qualche aggiunta innocente, è tutto vero.
I diari della Contessa di Castione, per esempio, furono in gran parte bruciati dagli eredi, ma ricostruiti dagli storici, corroborati dal ricco carteggio epistolare con molti grandi del suo tempo.

Ultima modifica di gdbuono (29-10-2019 14:59:13)


siculobononiano: a volte ingroppa "la Fallace" (RE c5 efi)

Non in linea

#14 29-10-2019 16:49:40

Andrea Ferrari
Utente
Da Gessate
Contrada: Risotto giallo/casoncelli
Moto principale: Classic 500 stealth black
Registrato: 02-05-2019
Messaggi: 332

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Non sapevo fossi anche uno storico oltre che esperto di motori !


L' idea è quella di morire giovani il più tardi possibile...

Non in linea

#15 29-10-2019 17:39:13

Canemitzo
Utente
Da PD
Moto principale: C5 2011-2015
Registrato: 20-02-2013
Messaggi: 12'139

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Andrea Ferrari ha scritto:

Non sapevo fossi anche uno storico oltre che esperto di motori !

Io ancora non ho trovato un campo dove GD mostra delle lacune.


Niente é per sempre.

Non in linea

#16 29-10-2019 18:36:10

Neophytus
Moderatore/Promotore
Da Comarca de el Bacalao
Moto principale: Bullet Electra DLX 500 EFI
Registrato: 20-02-2013
Messaggi: 10'967

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Canemitzo ha scritto:

Io ancora non ho trovato un campo dove GD mostra delle lacune.

manco io...


anche il sole ha le sue macchie (Hrabal)
Bullet Electra DLX 500 EFI "Begum"

Non in linea

#17 29-10-2019 18:36:43

Neophytus
Moderatore/Promotore
Da Comarca de el Bacalao
Moto principale: Bullet Electra DLX 500 EFI
Registrato: 20-02-2013
Messaggi: 10'967

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Canemitzo ha scritto:

Io ancora non ho trovato un campo dove GD mostra delle lacune.

manco io...


anche il sole ha le sue macchie (Hrabal)
Bullet Electra DLX 500 EFI "Begum"

Non in linea

#18 30-10-2019 14:47:19

slash.85
Utente
Da Contrada della Polenta e Cunel
Registrato: 20-04-2015
Messaggi: 2'293

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

gdbuono ha scritto:

Grazie ragazzi e scusate per la punteggiatura e per i molti errori di battitura. Ho scritto col telefonino. Slash, a parte qualche aggiunta innocente, è tutto vero.
I diari della Contessa di Castione, per esempio, furono in gran parte bruciati dagli eredi, ma ricostruiti dagli storici, corroborati dal ricco carteggio epistolare con molti grandi del suo tempo.

Sì, di Virginia Oldoini conosco la storia


Fu Gabriele D'Annunzio a definire che l'automobile fosse femmina; la motocicletta, invece, fu subito chiaro a tutti esser donna.

Motocicletta: RE 535 Continental GT "Ada Liberty"; Yamaha Virago XV125.
Ex Moto Guzzi V35 Imola (1981)

Non in linea

#19 30-10-2019 17:29:43

Nanni
Utente
Da Pisa
Contrada: Cantucci e Vinsanto
Moto principale: C5 Redditch Red
Registrato: 30-01-2018
Messaggi: 1'331

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Sempre un bel leggere!


Trottalemme: Bullet Classic Euro4 Redditch Red

Non in linea

#20 30-10-2019 21:07:20

Quint89
Utente
Da Verona
Contrada: Baccalà
Registrato: 29-07-2016
Messaggi: 4'903

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Se farà bel tempo ci tornerò venerdi... big_smile


ex Royal Enfield Classic 2016
Suzuki V Strom 650 2018

Non in linea

#21 31-10-2019 06:45:19

fla75
Utente
Da Treviso
Contrada: contrada del baccalà
Moto principale: triumph bonneville t100 black
Registrato: 17-09-2016
Messaggi: 979

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Sempre bello il delta del po,posti meravigliosi, calma e tranquillità  big_smile ,poi in ottobre sono le giornate migliori,sole,non fa caldo,... big_smile grande quint!!!


Vivere senza tentare,significa restare con il dubbio che ce l'avresti fatta""
triumph bonneville t100 black
ex classic chrome graphite E4 2017
kate la bella

Non in linea

#22 31-10-2019 15:15:42

Quint89
Utente
Da Verona
Contrada: Baccalà
Registrato: 29-07-2016
Messaggi: 4'903

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

fla75 ha scritto:

Sempre bello il delta del po,posti meravigliosi, calma e tranquillità  big_smile ,poi in ottobre sono le giornate migliori,sole,non fa caldo,... big_smile grande quint!!!

Come sempre grazie Fla big_smile domani, se riesco a svegliarmi presto, vorrei tornarci  huahua


ex Royal Enfield Classic 2016
Suzuki V Strom 650 2018

Non in linea

#23 02-11-2019 13:34:36

Quint89
Utente
Da Verona
Contrada: Baccalà
Registrato: 29-07-2016
Messaggi: 4'903

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Ieri sono tornato in zona Delta, il benessere che mi dona quella terra è veramente difficile da descrivere oltretutto le strade sono divertenti anche se l andatura migliore per assaporare il viaggio è quella turistica che consente di vedere tutto.
Avrei voluto fermarmi ogni 100 metri perché nonostante il meteo grigio il paesaggio rimaneva bellissimo.
Il profumo salmastro dell acqua marina.... i versi dei gabbiani... le spiagge colme di conchiglie...

20191101-125758-01.jpg

Sacca Scardovari

20191101-132900-01.jpg


Piccola strada offroad, ci volevano delle gomme diverse ma il VStrom se l è cavata bene.
20191101-144555-01.jpg

Museo della Bonifica Ca Vendramin (Taglio di Po)


ex Royal Enfield Classic 2016
Suzuki V Strom 650 2018

Non in linea

#24 02-11-2019 15:25:47

gdbuono
Utente
Da Bologna
Contrada: fico d'india
Moto principale: Garelli Tiger xrd 125
Registrato: 31-12-2015
Messaggi: 4'604

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Bellissime foto


siculobononiano: a volte ingroppa "la Fallace" (RE c5 efi)

Non in linea

#25 02-11-2019 17:02:38

Alfietto66
Utente
Da Milano
Contrada: RisottoGiallo
Moto principale: Interceptor 650
Registrato: 11-09-2016
Messaggi: 1'593

Re: Giretto alla scoperta del Delta del Po

Grande Quint!!!... e anche Giddi’ che ci ravviva s more!!!


Da Milano ma col Trullo nel cuore; io e la mia Bella!!! Ma anche Peggy Sue e anche , perché' no, My Scigheryna's
RE Battle Green 2017
Interceptor 650 “LaDiciasette “

Non in linea

Piè di pagina

[ Generato in 0.118econdi, nterrogazioni eseguite - Uso memoria: 2.37 MiB (Picco: ]